Fa sempre comodo aggiungere nuovi spazi ad una casa già edificata e magari rendere fruibili alla famiglia degli ambienti già esistenti, ma inutilizzati per svariati motivi.  Per questo negli ultimi anni tutti cercano di dare nuova vita a sottotetti e solai.sottotetto-moderno-533295_big

Il recupero di essi infatti conta tantissimi vantaggi e con un budget abbastanza contenuto di aumentare esponenzialmente il valore commerciale della casa.

Certo, prima di operare su un sottotetto bisogna tenere conto di norme e leggi regionali che ne regolino la ristrutturazione e i requisiti minimi da soddisfare.

Ecco qui, quali sono i primi passi da fare prima di mettersi all’opera:

–¬† Controllare che il sottotetto possegga i¬†requisiti e l’altezza minima per essere abitabile; Salvo eccezionali casi le norme nazionali stabiliscono delle linee nazionali: l‚Äôaltezza minima dal pavimento al soffitto deve essere di¬†2,70 metri¬†per gli ambienti vivibili, di 2,4 metri per i locali di servizio, come bagni, corridoi, e solo gli armadi o i ripostigli possono avere altezze inferiori. Ogni regione ha per√≤ stabilito delle proprie misure, qui vi riportiamo quelle della regione Lombardia:

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 15 LUGLIO 1996 ‚Äď REGIONE LOMBARDIA

Altezza minima Altezza media Superficie aeroilluminante
VOLUMI ABITABILI 1.50 m 2.40 m 1/8 della superficie calpestabile
VOLUMI ACCESSORI 1.50 m 2.40 m 1/8 della superficie calpestabile
LOC. MONTANE VOLUMI ABITABILI 1.50 m 2.10 m 1/8 della superficie calpestabile
VOLUMI ACCESSORI 1.50 m 2.10 m 1/8 della superficie calpestabile

– Verificare che ci siano la corretta illuminazione e il giusto riciclo d‚Äôaria, il¬†DM 5 luglio 1975¬†¬†stabilisce che ‚Äúper ciascun locale d‚Äôabitazione, l‚Äôampiezza della finestra deve essere proporzionata in modo da assicurare un valore di¬†fattore di luce diurna¬†medio non inferiore al 2% e comunque la superficie finestrata apribile non dovr√† essere inferiore a¬†1/8 della superficie del pavimento”

– Presentare il progetto al comune che eventualmente vi lascer√† le autorizzazioni necessarie, dato che si sta cambiando l’utilizzo reale di questo spazio per renderlo abitabile.

Per risparmiare sull’utilizzo di nuovi terreni¬† il Governo ha stanziato dei piani e delle leggi per favorire lo sfruttamento degli spazi di immobili gi√† edificati (quindi degli spazi interni, quali i sottotetti) o per ampliarne la superficie. Questo perch√© ovviamente si recupera spazio su un suolo gi√† urbanizzato.

Vediamo in questa seconda parte dell’articolo come sfruttare al meglio un sottotetto.

Gli spazi bassi, quindi non abitabili, possono essere sfruttati comodamente come armadi a muro, essendo possibile, secondo la maggior parte delle leggi regionali, escludere questi spazi ai fini del calcolo delle altezze e dei volumi effettivamente abitabili. Un’altra soluzione¬† per sfruttare gli spazi meno vivibili di un sottotetto, altrimenti inutilizzati e inutilizzabili, √®¬†adibirli a ripostigli.

Gli angoli inutilizzati di solito vengono impiegati per posizionare le finestre, così come il tetto dove potrete far montare delle apposite finestre da tetto.

finestre-per-illuminare-la-mansarda

E’ anche possibile creare dei terrazzini ricavati all’interno della sagoma del tetto, questa mossa aumenter√† di molto il valore dell’immobile, senza contare che potrete godere di un nuovo spazio all’aperto.

impermeabilizzare terrazzo

Voi avete un sottotetto? L’avete gi√† ristrutturato o ci state pensando?

Al prossimo articolo.

COME RECUPERARE IL SOTTOTETTO: NORME E CONSIGLI
Tagged on: